Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Alla deriva un immenso iceberg staccatosi dall'Antartide

Un iceberg gigantesco, lungo 16o chilometri e con una superficie di circa 2.500 chilometri quadrati, pari a quella del   Lussemburgo,   si è staccato dal ghiacciaio Mertz,  in  Antartide ed   è alla deriva. Secondo alcuni scienziati, potrebbe provocare alterazioni nei fenomeni climatici.

La frattura    è stata causata dall'urto con la lingua del ghiacciaio  di un altro immenso iceberg, lungo  97 chilometri, alla deriva dal 1987. Questo iceberg,  contrassegnato   con  la  sigla B-9b e da tempo sotto osservazione degli scienziati, è quanto resta della più grande formazione di ghiaccio,  in origine di oltre 5.000 chilometri quadrati, mai staccatasi dall'Antartide.

Secondo Rob Massom, scienziato dell'Australian Antarctic Division e dell'Antarctic Climate and  Ecosystems Cooperative Research Centre di Hobart, in Tasmania, quanto accaduto non sarebbe direttamente da collegare ai cambiamenti climatici, ma rientrerebbe nel naturale processo di produzione degli iceberg in Antartide.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE