Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In aiuto
dei piccoli di Bangui

· Presentata al Pontefice l’iniziativa del Bambino Gesù ·

Il progetto di sostegno all’ospedale pediatrico di Bangui — la capitale della Repubblica Centrafricana dove lo scorso 29 novembre Francesco ha aperto la porta santa della cattedrale inaugurando il giubileo straordinario della misericordia — è stato presentato al Papa da Mariella Enoc, presidente del consiglio di amministrazione dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù. 

 Nel corso dell’udienza svoltasi a Santa Marta martedì mattina, 6 settembre, la presidente ha avuto modo di illustrare al Pontefice l’attività avviata dall’ospedale romano subito dopo il viaggio papale nel martoriato Paese africano. Proprio raccogliendo l’appello di Francesco, infatti, il Bambino Gesù ha deciso di “adottare” il nosocomio pediatrico di Bangui, in collaborazione con la nunziatura apostolica. Il progetto di aiuto ha preso il via immediatamente e ha consentito di effettuare una serie di interventi urgenti, come l’acquisto e l’installazione di un generatore elettrico. Tra le iniziative in programma anche la ristrutturazione delle aule della biblioteca e dell’università di Medicina. L’ospedale si è impegnato in modo particolare ad assumere e a formare un gruppo di medici locali. Il progetto potrà contare, tra l’altro, sul contributo del corpo della Gendarmeria vaticana. Da parte sua il Papa ha espresso apprezzamento e ha incoraggiato l’impegno dell’ospedale — con il suo sostegno e con quello del segretario di Stato — evidenziando in particolare l’importanza di un lavoro che permetta alle persone di non essere costrette a emigrare e di trovare assistenza e cure nella propria patria. Al termine, la presidente si è recata al dispensario pediatrico di Santa Marta per consegnare un ecografo messo di recente a disposizione dall’ospedale per le visite dei bambini.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE