Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per aiutare
i bambini svantaggiati

· Un progetto interreligioso in Pakistan ·

Promuovere tolleranza e benevolenza, colmare il divario che distanzia i giovani più poveri da quelli benestanti; abbattere le barriere di religione e casta fra comunità diverse nella società; attivare un cambiamento sociale: queste le finalità di un progetto che ha visto protagonisti gli studenti universitari della facoltà di scienze manageriali dell’Università di Lahore, in collaborazione con la “Cecil Chaudhry & Iris Foundation”. 

L’iniziativa, denominata “Progetto Youhanabad”, dal nome di un quartiere di Lahore, ha coinvolto gli studenti universitari musulmani e cristiani e i bambini cristiani di Youhanabad.

«Il progetto — ha raccontato a Fides la cattolica Michelle Chaudhry, responsabile della “Cecil Chaudhry & Iris Foundation” — si concentra su una vasta gamma di discipline come la storia, il teatro, l’arte in genere e la responsabilità civica. I giovani volontari hanno creato un legame speciale con i bambini appartenenti a comunità emarginate, per aiutarli a sentirsi come parte integrante della più ampia comunità sociale del Pakistan. È una bellissima iniziativa per raggiungere i bambini appartenenti a comunità emarginate; questi bambini devono affrontare numerose sfide a causa della loro fede e della intolleranza religiosa nella società. Il progetto li aiuta ad affrontarne l’impatto emotivo e psicologico».

I volontari lavorano alacremente per instillare senso di fiducia, amore e speranza tra i bambini. «Questo — ha concluso Chaudhry — è un impegno concreto per la costruzione di un Pakistan che va oltre la discriminazione sociale e religiosa, l’estremismo e l’abuso dei diritti che violano la dignità umana».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 giugno 2019

NOTIZIE CORRELATE