Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Afrika is a woman’s name

· ​Il documentario ·

Tre donne, tre Paesi, tre società e un continente: è questo il succo del documentario delle registe Ingrid Sinclair, Bridget Pickering e Wanjiru Kinyanjui Afrika is a Woman’s Name (2008) che racconta le storie di Njoki, Phuti e Amai, tutte e tre significative per lo sviluppo della propria terra. Il viaggio inizia con NjokiNgung’u, una procuratrice del Kenya, impegnata contro le violenze e gli abusi sessuali; continua con Phuti Ragaphala, direttrice di una scuola elementare in un piccolo villaggio della provincia di Limpopo, una delle regioni più svantaggiate del Sud Africa; e termina con Amai Rosie, casalinga di un villaggio in Zimbabwe capace di divenire, grazie alla tenacia e al coraggio, donna d’affari. Sono tre figure che, pur provenienti da orizzonti differenti, vivono e lavorano in realtà controllate dagli uomini, chiedendosi, però, come poter cambiare le cose. Perché sanno bene che la società, i loro figli e le altre donne hanno bisogno del loro esempio e del loro aiuto. (@GiuliGaleotti)

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

13 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE