Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Affinità elettive

· Visione mistica e anelito all'eternità in van der Weyden e in van Eyck ·

La questione della filiazione di Rogier van der Weyden rispetto a Jan van Eyck è un problema ancora irrisolto. Fonti antiche ne fanno un suo allievo e ricollegano il suo nome alla città di Bruges.

Jan van Eyck, «La Madonna del cancelliere Rolin» (XV secolo)

È il caso, in particolare, di Ciriaco d’Ancona nel 1449 (quando esprime la sua ammirazione per un’opera di Rogier appartenente a Leonello d’Este), come pure, alcuni anni dopo, del napoletano Bartolomeo Faccio nella sua celebre evocazione del duplice binomio pittorico italo-fiammingo van Eyck/van der Weyden e Gentile da Fabriano/Pisanello. La parentela diretta tra i due artisti è comunque suggerita dal raffronto tra due opere attribuite loro: La Madonna del cancelliere Rolin e San Luca che ritrae la Madonna.
Le due rappresentazioni sono ispirate da una visione mistica: quella di san Luca — santo patrono dei pittori al quale presta i tratti lo stesso van der Weyden — la cui tradizione leggendaria dice che avrebbe ritratto la Vergine, metafora dell’ispirazione artistica retta dalla grazia; e quella del cancelliere Rolin — per quarant’anni primo ministro del duca di Borgogna, Filippo il Bello, che regnò sugli antichi Paesi Bassi — in adorazione dinanzi alla Madonna con il bambino.

L’elemento che unisce i due dipinti è il paesaggio, che appare sotto la loggia del palazzo all’interno della quale si svolge la sacra conversazione e che contempla all’infinito, attraverso il vano di un’arcata, due personaggi visti di schiena. Qual è dunque il messaggio che i due artisti hanno voluto trasmettere? La visione dell’eternità.

di Jean-Pierre de Rycke

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE