Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Adorare, camminare, accompagnare

· Al capitolo generale dei clarettiani ·

Adorare, camminare, accompagnare: è la triplice consegna che Papa Francesco ha affidato ai partecipanti al capitolo generale dei missionari figli del Cuore immacolato di Maria (clarettiani), ricevuti in udienza venerdì mattina, 11 settembre, nella Sala del Concistoro. 

Antonio María Claret

Il Papa ha messo da parte il testo già preparato, pronunciando a braccio un discorso nel quale ha ricordato come “nel mondo dell’efficienza, abbiamo perso il senso dell’adorazione. Una “carenza” che oggi coinvolge anche la Chiesa. Da qui l'invito a “stare davanti all’Unico Dio, quello che è l’Unico che non ha prezzo, che non si negozia, che non si cambia”, mentre tutto quello che è fuori di Lui è un’“imitazione di cartone”, un idolo.

Quanto al secondo verbo, il Pontefice ha sottolineato che se “Dio non può adorare sé stesso, però ha voluto camminare. Non ha voluto stare tranquillo. Sin dall’inizio ha camminato con il suo popolo. E camminare è aprire frontiere, uscire, aprire porte e cercare strade”. Significa insomma “non stare seduti; non installarsi. Andare alla frontiera: le frontiere di tutti i tipi, compresa quella del pensiero”.

Infine, la terza consegna: accompagnare. Occorre, ha detto Francesco, “accompagnare il popolo: Dio camminò accompagnando. È così bello ricordare quando Gesù si finge ignaro, “finto tonto” con quelli che scappavano da Gerusalemme a Emmaus: si mise lì, li accompagnò, accompagnò tutto un processo”. Da qui l'esortazione ad “accompagnare i momenti di allegria, la felicità delle coppie, delle famiglie”; ma anche “i momenti duri, della croce, del peccato”. Perché, ha concluso, “Gesù non aveva paura dei peccatori: li cercava”.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE