Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Accuse e dialogo

· Botta e risposta tra Mosca e Kiev mentre i presidenti colloquiano ·

Pesante scambio di accuse tra Kiev e Mosca sulla crisi in Ucraina orientale, dove anche oggi proseguono gli scontri.

 Ma Putin e Poroshenko si parlano al telefono e, per la prima volta dopo l’incontro in Normandia, provano a riallacciare i fili del dialogo. Con il presidente ucraino che avanza un suo piano di soluzione per un cessate il fuoco. Il presidente ucraino ha avuto ieri sera una conversazione telefonica con il capo del Cremlino (oltre che con il cancelliere tedesco, Angela Merkel, e con il vicepresidente statunitense Joe Biden), illustrandogli un piano per risolvere la crisi nel sud-est dell’Ucraina, ma anche — come sottolinea il portavoce di Poroshenko — per rimarcare come sia inaccettabile che dei mezzi militari arrivino dalla Russia nelle regioni separatiste.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE