Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Accordo sull’acciaio

· ​Fra Stati Uniti, Canada e Messico ·

Acciaio prodotto da un’azienda canadese a  Richmond (Afp)

Si consolida il nuovo patto commerciale tra Stati Uniti, Canada e Messico (Usmca): ieri, il presidente Usa, Donald Trump, ha annunciato un accordo con i due paesi per la rimozione dei dazi imposti da Washington sulle importazioni di acciaio e alluminio.

Il primo ministro canadese, Justin Trudeau, ha dichiarato che la rimozione delle tariffe ha richiesto uno sforzo prolungato di tutte e tre le parti, annunciando che, entro due giorni, il governo canadese azzererà tutte le sue tariffe di ritorsione adottate in precedenza.

L’accordo rappresenta una svolta rispetto allo scorso giugno, quando Washington aveva imposto le tariffe del 25 per cento sulle importazioni canadesi di acciaio e del 10 per cento sull’alluminio, per motivi di «sicurezza nazionale». Dopo l’annuncio, il Canada aveva risposto imponendo delle tariffe di ritorsione su 235 prodotti statunitensi. In seguito al nuovo accordo commerciale Usmca, firmato nel novembre scorso in sostituzione dell’accordo «Nafta» risalente al 1994, Trudeau dovette affrontare le critiche per aver firmato il nuovo accordo, poiché non avrebbe tutelato adeguatamente il Canada. All’epoca, anche il Messico rispose agli Usa con contro-dazi sul 20 per cento dei prodotti agroalimentari importati. Il nuovo accordo stempera, dunque, mesi di tensioni commerciali e prospetta il rinnovo di una proficua intesa commerciale fra i tre paesi.

Nella stessa giornata, gli Usa hanno annunciato di aver rimandato il termine per imporre i dazi sull’importazione di automobili dall’Unione europea e dal Giappone. Trump ha dato mandato al responsabile nazionale del Commercio, Robert Lighthizer, di cercare nuovi accordi commerciali.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE