Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Accordo per il cessate il fuoco in Ucraina

· L’annuncio a Minsk al termine di una maratona negoziale di oltre diciassette ore ·

Dopo una maratona negoziale durata oltre diciassette ore, è stato raggiunto stamane a Minsk un accordo per il cessate il fuoco nell’est ucraino. 

Lo hanno annunciato dalla capitale bielorussa i presidenti russo, ucraino e francese, Vladimir Putin, Petro Poroshenko e François Hollande, e il cancelliere tedesco, Angela Merkel, in un documento comune, in cui si esprime sostegno agli accordi di Minsk dello scorso settembre.

L’intesa prevede il cessate il fuoco dalla mezzanotte di sabato prossimo, con il ritiro delle armi pesanti dalla linea del fronte nel conflitto nell’est ucraino entro quattordici giorni, anche se resta controversa la zona di Debaltsevo, che Kiev non vuole cedere ai separatisti filorussi, negando che le sue truppe siano circondate dai ribelli. Ribadito infine l’impegno a rispettare la sovranità e l’integrità territoriale ucraina.

Inoltre, il gruppo di contatto (formato da emissari di Kiev, Mosca, dei filorussi e dai rappresentanti dell’Osce) ha approvato un documento con una road map per l’applicazione del piano di pace nel Donbass. «Nonostante tutte le difficoltà, siamo riusciti a concordare sulle questioni principali», ha commentato il presidente Putin, invitando tutte le parti a evitare «inutili spargimenti di sangue» fino al raggiungimento della tregua.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE