Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Accordo di pace nelle Filippine

I ribelli del  Fronte islamico di liberazione Moro (Milf) hanno siglato oggi a Manila l’accordo di pace raggiunto il 7 ottobre scorso con il Governo delle Filippine, che traccia le tappe per porre fine — entro il 2016 — alla sanguinosa insurrezione che dura da decenni nel sud dell’arcipelago asiatico. L’accordo, la cui firma era stata annunciata la settimana  scorsa dal presidente filippino, Benigno Aquino III, prevede la creazione di una regione autonoma nell’isola meridionale di Mindanao, a maggioranza  musulmana. La nuova regione si chiamerà Bangsamoro,  ovvero Nazione musulmana.    La firma odierna è un decisivo, primo passo per mettere la parola fine ad un  conflitto iniziato nel 1969, costato almeno 100.000 morti. L’intesa è frutto di un negoziato durato oltre quindici anni, condotto grazie alla mediazione del Governo della Malaysia.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

08 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE