Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Accanto alle nuove povertà e fragilità

· Messaggio del Papa ai cattolici del Regno Unito e dell’Irlanda ·

«Combattere la cultura della morte», proteggendo ed amando la vita dal suo inizio alla sua fine naturale. Con questa esortazione Papa Francesco si rivolge ai cattolici del Regno Unito e dell’Irlanda che domenica prossima, 27 luglio, celebreranno l’annuale Giornata per la vita.

In un messaggio a firma del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, il Pontefice invita le comunità e in particolare i giovani dei Paesi coinvolti — inglesi, scozzesi, gallesi e irlandesi — a lavorare «per assicurare un’adeguata protezione legale per il diritto umano fondamentale alla vita». E per farlo, chiarisce citando l’Evangelii gaudium, bisogna cercare «di portare l’amore misericordioso di Cristo come un balsamo che dà la vita», laddove persistono «quelle preoccupanti “nuove forme di povertà e fragilità”, sempre più evidenti nella società contemporanea».

Anche i vescovi di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda hanno diffuso un messaggio nel quale invitano a seguire le orme di Papa Francesco e chiamano i fedeli all’impegno per curare, sostenere e proteggere la vita in ogni sua fase e condizione.

Alla vigilia dell’appuntamento, oltre mezzo milione di cartoline sono state inviate a parrocchie e cappellanie in preparazione alla Giornata che quest’anno avrà per tema #livelife. L’hashtag iniziale rimanda alla comunicazione attraverso Twitter e i social network in generale. Dai quali si apprende che i proventi raccolti nella Giornata per la vita saranno devoluti a sostegno delle strutture della Chiesa locale che si occupano della promozione e della difesa della vita.

In rete sono disponibili anche materiali specifici di riflessione e alcuni sussidi liturgici per la celebrazione della giornata: fra questi, una preghiera alla Vergine Maria invocata come «madre dell’amore».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE