Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

A Durban si cerca di fare pulizia

· Entra nel vivo la conferenza dell’Onu sulla lotta al cambiamento climatico ·

Mentre a Durban, in Sud Africa, entra nel vivo la 17ª Conferenza dell’Onu sui cambiamenti climatici, si susseguono gli appelli della società civile e degli organismi internazionali ai Governi che vi partecipano affinché non si sprechi quest’occasione per fare un po’ di pulizia. Soprattutto di questo ha infatti bisogno un mondo dall’equilibrio ambientale sempre più minacciato dallo sfruttamento indiscriminato delle risorse fossili che si traduce in emissioni di gas nocivi.
Tra le conseguenze più evidenti e tragiche di questa situazione ci sono gli oltre 710.000 morti provocati nell’ultimo decennio dai circa 14.000 disastri climatici che hanno afflitto il pianeta. Il dato è contenuto in un rapporto diffuso ieri a Durban, in margine alla conferenza, dall’organizzazione non governativa tedesca Germanwatch. Il rapporto contiene un indice globale di rischio climatico, a tener conto del quale sono sollecitati i Governi chiamati a rinnovare il Protocollo di Kyoto.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

27 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE